Misinformation Monitor: Marzo 2021


Una nuova edizione del Misinformation Monitor di NewsGuard, una newsletter sulla disinformazione con dati esclusivi provenienti da cinque paesi. Abbonati per ricevere il Misinformation Monitor sulla tua casella di posta o scarica NewsGuard per il tuo browser.

A cura di Kendrick McDonald, Chine Labbé, Virginia Padovese, Marie Richter, Gabby Deutch, Sophia Tewa e Melissa Goldin


“Un vero e proprio dittatore”. Così RFK Jr. descrive il dottor Anthony Fauci. Vaccini “mortali” e altre teorie del complotto. L’intervista e il fact-checking di NewsGuard.

Robert F. Kennedy, Jr. ha criticato i vaccini contro il COVID-19 di Pfizer e Moderna in un’intervista con NewsGuard, sostenendo le sue teorie con innumerevoli affermazioni false.
“File:RfkjrOCT2017.jpg” by Maxlovestoswim is licensed under CC BY-SA 4.0

Robert F. Kennedy Jr., nipote dell’ex presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy, è noto soprattutto per il suo impegno politico e per le cause ambientaliste per le quali si è battuto come avvocato.

A partire dal 2005, Kennedy ha iniziato a spostare la sua attenzione dalla politica alla scienza, in particolare ai vaccini. Negli ultimi dieci anni, Kennedy si è scagliato, con affermazioni false e senza alcuna prova, contro l’establishment medico statunitense che, secondo lui, starebbe mentendo sulla sicurezza dei vaccini.

All’inizio di febbraio, proprio il giorno prima che Instagram bloccasse la sua pagina per aver diffuso informazioni false sul COVID-19 e sui vaccini, Kennedy ha rilasciato un’intervista a NewsGuard, parlando del vaccino contro il COVID-19 e della pandemia di coronavirus. Sottolineando la sua esperienza nel valutare questioni scientifiche, come quelle incontrate nel corso della sua carriera di avvocato ambientalista, Kennedy si è scagliato contro Big Pharma.

L’intervista integrale a Kennedy (editata per questioni di lunghezza e di chiarezza), è disponibile a questo link sul sito di NewsGuard, insieme al fact-checking di decine di affermazioni di Kennedy a sostegno delle sue teorie secondo cui, per esempio, i vaccini contro il COVID-19 di Pfizer e Moderna sono pericolosi. L’intervista è durata mezz’ora, ma il debunking delle affermazioni di Kennedy ha richiesto a un team di quattro giornalisti diverse ore di lavoro.

Qui trovate le affermazioni di Kennedy e il nostro fact-checking punto per punto.

 


Ricevi il Misinformation Monitor nella tua posta

NewsGuard si impegna nel combattere la disinformazione attraverso l’uso dell’intelligenza umana, valutando l’affidabilità dei siti di notizie. Le nostre analisi, compilate sulla base di nove criteri giornalistici ampiamente riconosciuti, offrono ai lettori uno strumento per capire ciò che leggono online grazie ai punteggi (da 0 a 100) assegnati ai siti, e grazie alle icone verdi (per i siti generalmente affidabili) e rosse (per i siti generalmente non affidabili). Usa questo form per leggere la newsletter nel tuo browser e iscriviti.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Ich bin ein anti-Vaxxer: Children’s Health Defense, la rete di RFK Jr. in Europa

Di Virginia Padovese, Marie Richter, Chine Labbé, and Kendrick McDonald

Instagram (di proprietà di Facebook) ha bloccato l’account personale di Kennedy, ma la pagina Facebook di Children’s Health Defense (CHD), l’organizzazione senza scopo di lucro presieduta da Kennedy, è ancora attiva e contribuisce all’espansione mondiale dell’organizzazione. Nell’agosto 2020, CHD ha lanciato un nuovo sito – ChildrensHealthDefense.eu – con contenuti destinati nello specifico a un pubblico europeo. “Il lancio di questa organizzazione, Children’s Health Defense, in Europa è una ‘testa di ponte’, un annuncio al mondo. Stiamo costruendo istituzioni per combattere le vostre istituzioni”, ha dichiarato RFK Jr. durante un evento di lancio del sito europeo.

Nel corso della manifestazione di Berlino del 29 agosto 2020 contro il lockdown, RFK Jr. ha tenuto un discorso in cui ha affermato che la pandemia ha dato ai governi “la capacità di imporre controlli sulla popolazione che la popolazione altrimenti non avrebbe mai accettato – creando istituzioni e meccanismi per orchestrare e imporre l’obbedienza”.

Children’s Health Defense a Berlino il giorno prima che RFK Jr. parlasse alla manifestazione contro il lockdown
Screenshot di NewsGuard

In dettaglio: Molti organi di disinformazione europei hanno tradotto e pubblicato il discorso di Kennedy a Berlino, amplificando la portata dei suoi messaggi complottisti e offrendo a CHD un pubblico mondiale.

  • Almeno dieci siti web in tedesco, cinque in italiano e cinque in francese (classificati come generalmente inaffidabili da NewsGuard) hanno pubblicato una trascrizione o un video del discorso di Kennedy, tra cui JournalistenWatch.com, ByoBlu.com, e AubeDigitale.com.
  • RFK Jr. ha fatto riferimento al discorso tenuto da suo zio, il presidente John F. Kennedy, a Berlino Ovest nel 1963. Diversi siti francesi e il sito Oltre.tv in Italia (tutti considerati inaffidabili da NewsGuard), hanno descritto il discorso di RFK del 2021 a Berlino come “storico”.
  • FranceSoir, sito francese che ha recentemente pubblicato numerose affermazioni false e infondate sul COVID-19, ha parlato con RFK Jr. due giorni dopo il suo discorso a Berlino. “Se verrai in Francia, io di certo ti invito”, ha detto a Kennedy il direttore editoriale della testata Xavier Azalbert alla fine dell’intervista.
  • In un’intervista con l’edizione tedesca di RT, RFK Jr. ha affermato falsamente che nessun vaccino raccomandato negli Stati Uniti è stato testato contro il placebo. Negli Stati Uniti, “RT America è l’unico posto in cui possiamo parlare di molti di questi argomenti”, ha affermato Kennedy, aggiungendo: “Purtroppo dobbiamo andare in Russia, alla TV russa, a dire la verità”.

In alcuni casi, l’espansione della rete di Kennedy ha fatto leva sulle connessioni esistenti tra CHD e i no vax in Europa.

  • Il sito italiano Corvelva.it è diventato partner di CHD nel febbraio 2019 e il suo nome compare in una lista di siti partner elencati in una pagina di CHD insieme ad altri siti di gruppi affini negli Stati Uniti, in Germania e in Canada.
  • In un articolo del maggio 2020, Kennedy cita Antonietta Gatti, moglie del ricercatore Stefano Montanari, proprietario del sito StefanoMontanari.net. Nel luglio 2020 sia il sito di Montanari che CHD, hanno pubblicato una lettera della dottoressa Gatti a supporto del movimento no vax, in cui Gatti sostiene che “l’Italia è stata venduta a Big Pharma ed è diventata un enorme laboratorio in cui vengono condotti esperimenti sulla popolazione”. Gatti scrive a Kennedy: “Saremmo tutti molto grati se potessi informare la tua gente di ciò che sta accadendo in Italia e se potessi scrivere un appello per incoraggiare gli italiani a sostenere questo partito che, al momento, è l’unica possibilità di far sentire una voce diversa da quella del regime”.
  • Nell’aprile 2020, il sito svizzero in lingua francese Antipresse.net, che ha pubblicato informazioni false e fuorvianti sui vaccini e sulla pandemia COVID-19, ha ripubblicato un articolo di CHD e ha spiegato il suo interesse per la popolarità che RFK Jr. sta portando al movimento no vax grazie al suo nome. “È raro che un membro dell’establishment statunitense ne attacchi un altro in modo così frontale e con accuse così gravi”, ha scritto il sito. “Ma sappiamo che ai Kennedy piace vivere pericolosamente”.

Perché dovremmo preoccuparcene: L’affermazione di Antipresse.net fa luce su quella che potrebbe essere una delle ragioni principali della calorosa accoglienza che Kennedy e il suo gruppo stanno ricevendo in Europa (per non parlare degli Stati Uniti). È visto come un membro dell’establishment disposto ad allinearsi con i gruppi anti-establishment, dando autorevolezza e visibilità alla loro causa. Proprio nel corso della campagna vaccinale contro il COVID-19, la sanità pubblica dovrà continuare a lottare per non vedere minata la propria autorità tra gli scettici che si avvicinano alle teorie complottiste.


Come una piattaforma video statunitense è diventata un’oasi sicura per i complottisti francesi

Di Sophia Tewa e Chine Labbé

Odysee è una piattaforma dedicata alla condivisione di video con sede negli Stati Uniti. Nessuno dei membri del suo team parla francese, ha spiegato a NewsGuard Julian Chandra, direttore marketing di Odysee. Tuttavia, dal suo lancio nel settembre 2020, questo sito è diventato un vero e proprio fenomeno in Francia.

In dettaglio: Da novembre 2020 a febbraio 2021, i video in lingua francese di Odysee sono stati condivisi sui social media ben più di quelli in inglese. Secondo i dati di NewsWhip, una società di social media intelligence, 561 video di Odysee in lingua francese sono apparsi su Facebook o Twitter, rispetto ai 120 video in lingua inglese. Molti video con i più alti livelli di engagement (like e condivisioni) contenevano teorie del complotto.

  • Stando ai dati di SimilarWeb del febbraio 2021, pare che il 28% del traffico desktop del sito provenga dalla Francia. E parte di questo successo è dovuto proprio alle teorie del complotto.
  • Verso la fine del 2020, molti complottisti francesi hanno guardato a Odysee dopo essere stati bloccati dalle piattaforme più tradizionali. Il sito francese Numerama ha addirittura definito Odysee “YouTube dei complottisti”.
    • Nel novembre 2020, ad esempio, il documentario cospirazionista francese ‘Hold-Up’ ha temporaneamente trovato spazio su Odysee dopo che Vimeo l’aveva rimosso. Il documentario di tre ore – che ripropone molte teorie del complotto sulla pandemia di COVID-19, inclusa l’idea che il virus sia stato creato dall’Istituto Pasteur, un istituto di ricerca francese – è stato poi rimosso dalla piattaforma per violazione del copyright, come Chandra ha spiegato a NewsGuard.
La piattaforma Odysee
Screenshot di NewsGuard

Fin dal lancio del sito, il CEO di Odysee Jeremy Kauffman ha apertamente posizionato la sua piattaforma come un’alternativa più libera a YouTube, che, secondo Kauffman, era diventato ‘troppo rigido’. Eppure Chandra ha spiegato a NewsGuard che Odysee non vuole essere un equivalente di Parler o Gab, i due social network dichiaratamente di destra e orientati alla libertà di parola che hanno attirato molti seguaci di Trump dopo che l’ex presidente degli Stati Uniti è stato bloccato da Twitter e Facebook. Chandra ha aggiunto anche di non volere nemmeno che Odysee venga dipinto come un “contenitore di contenuti respinti dalle altre piattaforme”.

“Odysee è una piattaforma generalista, di natura apolitica… come azienda, non sosteniamo né promuoviamo nulla di ciò che vedete sulla piattaforma: è solo una piattaforma”, ha spiegato Chandra a NewsGuard in un’intervista telefonica del febbraio 2021. “Se state cercando una piattaforma dove si incontrano personalità controverse che sono state bloccate da altre piattaforme, allora stiamo parlando di BitChute o Parler o Rumble. Non di Odysee”.

Il successo francese di Odysee negli ultimi mesi sembra invece raccontare un’altra storia.

  • Il canale video Egalite Et Reconciliation del saggista di estrema destra Alain Soral, sospeso da YouTube a luglio 2020, ha più di 37.000 iscritti su Odysee. (Egalite Et Reconciliation ha anche un canale su Gab).
  • Silvano Trotta, un noto YouTuber che ha promosso molte teorie del complotto si è rivolto a Odysee nel settembre 2020, dopo aver ricevuto diversi avvertimenti su YouTube, preoccupato che il suo account venisse bloccato. In un video che promuove il suo nuovo canale – che ora vanta più di 56.000 iscritti – Trotta ha affermato: “Non si può più dire nulla su YouTube… Le regole della community di YouTube si sono avvicinate a quelle di una setta”.
  • Il canale francese di QAnon Les DeQodeurs, sospeso da YouTube, vanta già più di 26.000 follower su Odysee.

Odysee sostiene che rivolgersi agli utenti estremisti e agli account cospirazionisti non è l’obiettivo della piattaforma. “È davvero interessante che siano stati in grado di scoprire Odysee e di adottarlo”, ha detto Chandra a NewsGuard. “Penso che sia stato più il risultato del fatto che abbiano scoperto Odysee prima che potessimo iniziare pubblicizzarlo in Francia”, ha aggiunto, spiegando che molti di quei contenuti francesi “non vengono registrati” nei loro dati. “Non c’è molto traffico per noi”, ha affermato.

I contenuti complottisti di Odysee vengono condivisi anche in inglese e raggiungono utenti negli Stati Uniti, anche se in numero inferiore rispetto alla Francia.

  • Un video con quasi 100.000 visualizzazioni sostiene la teoria del complotto secondo cui la società Dominion Voting Systems è responsabile di frodi nelle presidenziali del novembre 2020.

Perché dovremmo preoccuparcene: La diffusione di questo tipo di contenuti può avere un effetto negativo sul buon funzionamento della società se parliamo di democrazia o di assistenza sanitaria. Il mancato riconoscimento della sua grande popolarità è un ostacolo alla lotta contro la disinformazione. Una ricerca della parola “QAnon” su Odysee, ad esempio, trova diversi video in cui si afferma che il vaccino contro il COVID-19 è pericoloso e che le elezioni statunitensi del 2020 sono state ‘rubate’ dai democratici.


Inviaci le tue domande o le tue idee.

Clicca qui per leggere questa newsletter in inglese.


Scarica NewsGuard

Installa il nostro plugin per vedere sul browser del tuo computer le icone di NewsGuard nei risultati dei motori di ricerca e nei feed di Facebook, Twitter e LinkedIn. Scarica la nostra nuova app mobile, disponibile per iOS e Android.