Misinformation Monitor: September 2022

Una nuova edizione del Misinformation Monitor di NewsGuard, una newsletter sulla disinformazione con dati esclusivi provenienti da sette paesi. Abbonati per ricevere il Misinformation Monitor sulla tua casella di posta o scarica NewsGuard per il tuo browser.

La home page di TikTok l'11 settembre 2022. (Screenshot da TikTok.com)

Attenti al “nuovo Google”: il motore di ricerca di TikTok propone disinformazione ai suoi giovani utenti

L’artemisia induce l’aborto? Posso e dovrei preparare l’idrossiclorochina in casa? Le elezioni del 2020 sono state truccate? Gli ucraini hanno simulato le morti dei civili a Bucha? Cercando su TikTok, si potrebbe pensare che la risposta a tutte queste domande sia “sì”.

A cura di Jack Brewster, Lorenzo Arvanitis, Valerie Pavilonis e Macrina Wang.

“Aloha cari”, dice una donna sorridente. Sullo sfondo, la sua cucina. “Circa tre, quattro giorni fa ho preparato ‘la cura’… per ciò c’è in giro. In realtà si chiama idrossiclorochina”, spiega facendo riferimento al farmaco che ha acceso un dibattito feroce poco dopo l’inizio della pandemia di coronavirus. In seguito a molteplici studi, con un ampio consenso di esperti medici tra cui l’FDA americana, sono state respinte le affermazioni secondo cui il farmaco avrebbe potuto prevenire o curare il COVID-19, sebbene alcuni, tra cui l’allora presidente americano Donald Trump, abbiano continuato a sostenere il contrario. 

La giovane donna solleva una brocca di plastica contenente un liquido di colore giallo torbido. “È fatto di buccia di pompelmo e buccia di limone ed è bollito lentamente e dovrebbe ‘curare’ quello”, continua la donna. “Ve lo dico, l’idrossiclorochina, chinina, può curare qualsiasi cosa”. 

Il video è il secondo ad apparire quando gli utenti, forse nel tentativo di raccogliere più informazioni su un farmaco che viene ancora promosso su siti internet sospetti da alcuni irriducibili, cercano la parola “idrossiclorochina” su TikTok. In effetti, dei primi 20 risultati di questa ricerca, quattro video promuovono ricette per preparare una versione fai-da-te dell’idrossiclorochina, un farmaco da prescrizione utilizzato per curare la malaria, il lupus e l’artrite reumatoide e che può essere prodotto unicamente in ambienti di laboratorio controllati ed è pericoloso se non assunto come prescritto. 

Sebbene il video della “idrossi-chef” in cucina non utilizzi mai la parola COVID, forse perché avrebbe potuto attirare l’attenzione dei moderatori di contenuti che lavorano sulla base della ricerca di specifiche parole, la promessa della donna sul fatto che la sostanza possa curare “ciò che c’è in giro” e che possa “curare qualsiasi cosa” è chiara e, in realtà, potenzialmente ancor più pericolosa visto che promette di curare non solo il COVID, ma “qualsiasi cosa”.

Questo video che incoraggia gli utenti a improvvisare la preparazione di un prodotto pericoloso nelle loro cucine non è un caso isolato. Un’indagine di NewsGuard ha riscontrato che gli utenti di TikTok, che sono prevalentemente adolescenti e giovani adulti, quando cercano informazioni sulla piattaforma riguardanti argomenti di cronaca importanti, vengono costantemente esposti ad affermazioni false e fuorvianti.  

L’indagine di NewsGuard ha riscontrato che, considerando un campione di ricerche su importanti argomenti di cronaca, quasi il 20% dei video che appaiono come risultati contengono disinformazione. Questo significa che quando si effettuano ricerche su argomenti che spaziano dall’invasione russa dell’Ucraina alle sparatorie scolastiche e ai vaccini contro il COVID-19, gli utenti di TikTok sono costantemente esposti ad affermazioni false e fuorvianti. 

Alla richiesta di un commento riguardo a questi risultati, un portavoce di TikTok ha detto che le Linee guida della Community “mettono in chiaro che non consentiamo la diffusione di disinformazione dannosa, tra cui disinformazione medica, e la rimuoveremo dalla piattaforma. Collaboriamo con voci affidabili per dare risalto a contenuti autorevoli su argomenti che riguardano la salute pubblica e collaboriamo con fact-checker indipendenti che ci aiutano a valutare l’accuratezza dei contenuti”.

Secondo il Rapporto sull’applicazione delle Linee guida della Community di TikTok, che è consultabile dal pubblico, nei primi quattro mesi del 2022 TikTok ha rimosso più di 102 milioni di video per aver violato le Linee guida della Community. Meno dell’1% di questi video sono stati rimossi per aver violato le linee guida sull’“integrità e l’autenticità”. In quest’ultima casistica, secondo le stesse linee guida, si inserisce la “disinformazione”, definita come “disinformazione che causi danni significativi a individui, alla nostra comunità o al pubblico in generale, indipendentemente dalle intenzioni”. NewsGuard ha segnalato sei video con contenuti falsi o fuorvianti a TikTok il 9 settembre. Al 12 settembre, tutti questi video erano stati rimossi da TikTok.

Sul suo sito TikTok afferma che i video appena caricati vengono automaticamente sottoposti a una revisione condotta dall’intelligenza artificiale. Secondo le Linee guida, se l’intelligenza artificiale identifica un problema, il video viene rimosso oppure inviato a un moderatore per un’ulteriore revisione. 

La pericolosità di TikTok è diventata una minaccia significativa perché un nuovo studio di Google suggerisce che TikTok è sempre più usato come motore di ricerca dai giovani, che si rivolgono alla piattaforma di condivisione dei video invece che a Google per trovare informazioni. Nel 2021, TikTok ha sorpassato Google come sito più popolare del mondo, secondo Cloudfare, società operante nel campo delle infrastrutture Internet. Il Wall Street Journal in agosto ha fatto riferimento a TikTok come al “nuovo Google”. Per dirla con un titolo uscito il mese scorso sulla rivista specializzata Ad Week: “Spostati Google. TikTok è il motore di ricerca preferito della Generazione Z”. 

I risultati ottenuti da NewsGuard giungono in un momento in cui TikTok sta attirando un sempre maggiore scrutinio sulle sue pratiche di moderazione e di raccolta dei dati, oltre che sui suoi legami con la Cina. TikTok è di proprietà di ed è gestito da Byte Dance, un conglomerato cinese controllato in parte dal governo cinese. Sebbene sia di proprietà di una società cinese, TikTok è vietato in Cina, ma è un social sempre più influente nelle democrazie occidentali.

Cerchi un’informazione, trovi disinformazione

Nel settembre 2022, quattro analisti di NewsGuard con sede negli Stati Uniti hanno messo a confronto i risultati di ricerca su TikTok e su Google riguardo alle elezioni presidenziali americane del 2020, al COVID-19, alla guerra tra Russia e Ucraina, alle elezioni di midterm americane del 2022, all’aborto e alle sparatorie scolastiche, tra i vari argomenti di attualità (come spiegato nella sezione Metodologia in basso, queste ricerche sono state effettuate utilizzando nuovi account TikTok per assicurarsi che i risultati non fossero influenzati dalle attività precedenti degli utenti sulla piattaforma). TikTok, la cui libreria di video creati dagli utenti è facilmente navigabile digitando parole chiave nella barra di ricerca, ha proposto ripetutamente video contenenti affermazioni false entro i primi 20 risultati, spesso entro i primi cinque. Google, in confronto, fornisce risultati di qualità maggiore e meno polarizzati, con molta meno disinformazione. 

NewsGuard ha analizzato 540 risultati di TikTok basati sulla revisione dei primi 20 risultati di 27 ricerche su argomenti di attualità. Tra i risultati delle ricerche, NewsGuard ha trovato che 105 video, il 19,4%, contenevano affermazioni false o fuorvianti. Questi termini di ricerca includevano frasi neutrali, come “elezioni 2022” e “vaccino a mRNA”, oltre a termini di ricerca che potrebbero essere usati per approfondire argomenti di cronaca controversi, come “6 gennaio FBI” e “Uvalde tx cospirazione”. Molte di queste espressioni meno neutrali venivano suggerite dalla stessa barra di ricerca di TikTok quando gli analisti di NewsGuard digitavano frasi più neutrali.

Per esempio, quando un utente inserisce il termine “cambiamento climatico”, TikTok suggerisce “smentita cambiamento climatico” e “il cambiamento climatico non esiste”. A un utente che cerca “vaccino covid”, TikTok suggerisce “infortunio vaccino covid”, “vaccino covid verità”, “vaccino covid esposto”, “vaccino covid hiv” e “avvertenza vaccino covid”. Una ricerca con le parole “6 gennaio” produce suggerimenti per video che affermano, tra le altre cose: “filmato del 6 gennaio, vengono fatti entrare” e “6 gennaio antifa”. 

In confronto, Google ha suggerito termini di ricerca più chiari e neutri. Per esempio, la ricerca di “vaccino covid” su Google porta a “vaccino covid senza appuntamento”, “quale vaccino covid è migliore” e “tipi di vaccini covid”. Nessuna di queste combinazioni è stata suggerita da TikTok. 

Anche quando i risultati di ricerca di TikTok fornivano poca o nessuna disinformazione, i risultati erano spesso più polarizzati di quelli di Google. Per esempio, 12 dei primi 20 risultati di ricerca per “midterm 2022” presentavano un tono molto di parte e tendente a sinistra. La didascalia di uno dei video presentati come risultati di ricerca faceva riferimento a Herschel Walker, candidato repubblicano della Georgia al Senato degli Stati Uniti nel 2022, come a un “vegetale”, mentre una persona in un altro video affermava che tutti i repubblicani sono “stron*i”.

(In alto e in centro) Cercando “idrossiclorochina” su TikTok appaiono video che promuovono ricette false per preparare il farmaco. (Screenshot di NewsGuard)
(In basso) Le parole chiave di ricerca suggerite per “vaccino covid” su TikTok (a sinistra) includono “infortunio vaccino covid”, “verità vaccino covid”, “vaccino covid esposto”, “vaccino covid hiv” e “vaccino covid avvertenza”. Le parole chiave di ricerca suggerite per “vaccino covid” su Google non includono termini fuorvianti. (Screenshot di NewsGuard)

Disinformazione sulla politica: “Le elezioni sono state truccate”

NewsGuard ha riscontrato che una ricerca incentrata su argomenti politici, tra cui le elezioni presidenziali americane del 2020 e l’attacco del 6 gennaio 2021 al Campidoglio degli Stati Uniti, spesso propone affermazioni false e fuorvianti tra i primi risultati di TikTok, tra cui riferimenti a teorie cospirazioniste promosse da QAnon. 

Per esempio, il primo risultato di ricerca utilizzando la domanda “le elezioni del 2020 sono state truccate?” era un video del luglio 2022 con il testo “Le elezioni sono state truccate!”. Il narratore affermava che “le elezioni del 2020 sono state rovesciate. Il presidente Trump dovrebbe avere i prossimi due anni e dovrebbe anche essere in grado di candidarsi per i prossimi quattro anni. Dal momento che ha vinto le elezioni se lo merita”. I funzionari elettorali di tutti e 50 gli stati hanno confermato l’integrità delle elezioni, e i principali ufficiali dell’amministrazione Trump hanno respinto le accuse di brogli diffusi. 

Due dei primi 20 video apparsi nella ricerca, il quarto e il 19esimo, affermavano che “loro” hanno ammesso che le elezioni del 2020 sono state truccate. La didascalia del quarto video includeva l’hashtag “#w1gwga”, una variazione dell’hashtag di QAnon #wwg1wga (l’acronimo sta per “Where we go one we go all”, “Dove va uno andiamo tutti”, uno slogan di QAnon), che è stato bloccato da TikTok. Entrambi i video mostravano un estratto di un episodio del programma del conduttore Jesse Watters su Fox News dell’agosto 2022 in cui si diceva: “Questa non è stata un’elezione libera e giusta. L’FBI ha truccato le elezioni del 2020”. In entrambi i video, un testo in sovraimpressione affermava: “Ammettono finalmente che le elezioni del 2020 sono state truccate. Eccoci qui due anni dopo”. 

Complessivamente, una ricerca utilizzando la frase “Le elezioni del 2020 sono state truccate?” ha fornito sei video che contenevano informazioni false tra i primi 20 risultati. La maggior parte dei risultati ottenuti dalla stessa ricerca su Google erano articoli che smentivano l’affermazione secondo cui le elezioni sono state truccate. Nessun risultato proponeva affermazioni false.

La ricerca della frase “6 gennaio FBI” su TikTok ha proposto 8 video contenenti disinformazione entro i primi 20 risultati, tra cui il primo che appare con l’hashtag “#coverup”. I primi 20 risultati per “6 gennaio FBI” su Google includevano link ai comunicati del Dipartimento di Giustizia sui fatti riguardanti il 6 gennaio e a diversi articoli di fact-checking che classificavano le accuse secondo cui l’FBI avrebbe orchestrato gli eventi del 6 gennaio come false. Due risultati di Google, che erano chiaramente segnalati come opinioni, criticavano la risposta dell’FBI all’attacco del 6 gennaio e l’investigazione del comitato del 6 gennaio della Camera.

Cinque dei risultati di ricerca di TikTok, il primo, il sesto, il settimo, il 15esimo e il 16esimo, includevano un filmato del senatore repubblicano del Texas Ted Cruz che interrogava un rappresentante dell’FBI su Ray Epps, originario dell’Arizona, facendo riferimento all’affermazione secondo cui Epps era in realtà un informatore federale che avrebbe incoraggiato i presenti a scontrarsi con la polizia durante l’insurrezione del 6 gennaio. Parte del testo in sovraimpressione sul sesto video diceva: “L’FBI sta lavorando contro i cittadini. Le persone al governo ti odiano. Aboliamo l’FBI!”. Non ci sono prove del fatto che Epps fosse un informatore. Epps stesso ha detto al comitato della Camera che indaga sull’attacco del 6 gennaio che “non è mai stato un informatore per l’FBI o per nessun’altra agenzia di forze dell’ordine”, secondo un portavoce della commissione. 

Il 20esimo risultato mostrava un testo che diceva: “Certo che l’FBI ha messo in scena il 6 gennaio per incolpare i Trumpiani. Nessuno fa una vera insurrezione in modo così stupido o deliberatamente di fronte alle telecamere. Una vera insurrezione la fai in silenzio, alle 4 del mattino, facendola passare per qualcosa di legale, come delle elezioni”. Il video non forniva alcuna prova a sostegno dell’affermazione. 

Disinformazione sulla salute: rimedi pericolosi

La revisione di NewsGuard ha riscontrato inoltre che il motore di ricerca di TikTok espone costantemente milioni di giovani utenti a disinformazione sulla salute, anche diffondendo affermazioni che potrebbero essere pericolose per la salute degli utenti. 

Per esempio, una ricerca del termine “vaccino a mRNA” proponeva cinque video che contenevano affermazioni false entro i primi dieci risultati: il secondo, il quarto, il quinto, il sesto e il decimo. I risultati ottenuti effettuando la stessa ricerca su Google rimandavano ad articoli che spiegano come funzionano i vaccini a mRNA e, tra gli altri, ai siti dei Centers for Disease Control and Prevention degli Stati Uniti e della Mayo Clinic. Nessuno dei link proponeva affermazioni false o fuorvianti sul COVID-19.

Il secondo, il sesto e il decimo risultato mostravano filmati identici in cui il dottor Robert Malone, uno scienziato dei vaccini e noto disinformatore sul COVID-19, affermava che i vaccini a mRNA contro il COVID-19 “forzano il corpo del bambino a creare proteine spike tossiche”, che “spesso causano danni permanenti agli organi principali dei bambini”. L’affermazione secondo cui la proteina spike generata dal vaccino contro il COVID-19 sia “tossica” e che possa “spesso causare danni permanenti” nei bambini è stata smentita da molteplici esperti di vaccini e testate giornalistiche.

(In alto) Cercando “l’artemisia induce l’aborto” su TikTok vengono forniti risultati che promuovono l’artemisia e altri rimedi a base di erbe, nessuno dei quali è stato riconosciuto come sicuro o efficace. (Screenshot di NewsGuard)
(In basso) Cercando “l’artemisia induce l’aborto” su Google si trovano soprattutto articoli autorevoli che scoraggiano l’utilizzo dell’artemisia per terminare una gravidanza. (Screenshot tramite NewsGuard)

Nel caso dell’aborto, le ricerche su TikTok mostrano spesso risultati che contengono informazioni false e potenzialmente pericolose. Nel luglio 2022 NewsGuard ha pubblicato un report che mostrava come, dopo la decisione della Corte Suprema del 25 giugno 2022 di eliminare il diritto costituzionale all’aborto, su TikTok siano diventati all’ordine del giorno video su tecniche di aborto pericolose e non comprovate, come bere tè di artemisia e assumere alte dosi di vitamina C. Sebbene un portavoce di TikTok abbia detto a NewsGuard nel luglio 2022 che i video che promuovevano aborti a base di erbe violano le Linee guida della Community e sarebbero stati rimossi, NewsGuard ha riscontrato che due mesi più tardi i contenuti sull’aborto a base di erbe continuano a essere facilmente accessibili sulla piattaforma. 

Se un utente cerca “aborto artemisia”, per esempio, TikTok non fornirà alcun risultato, mostrando un messaggio che spiega che la “frase potrebbe essere associata con comportamenti o contenuti che violano le linee guida…”. Tuttavia, se un utente cerca “l’artemisia induce l’aborto”, 13 dei primi 20 risultati ottenuti promuovono metodi non comprovati di aborto a base di erbe, come bere tè di artemisia, mangiare semi di papaia e ingerire mentuccia. Anche se non tutti i metodi suggeriti su TikTok sono letali, alcuni, tra cui la mentuccia, possono causare seri danni e decine di esperti medici hanno detto a varie testate giornalistiche che provare a indurre un aborto con le erbe non è sicuro.

Un utente che cerca “l’artemisia induce l’aborto” su Google otterrà invece un numero maggiore di risultati affidabili che scoraggiano l’utilizzo dell’artemisia e mettono in guardia dai pericoli dei metodi a base di erbe. Queste fonti includono NBC News, Insider e il New York Times. Nessuno dei primi 20 risultati di Google include affermazioni false o incoraggia all’utilizzo di erbe per terminare una gravidanza. 

Disinformazione sulla guerra tra Russia e Ucraina

Quando un analista di NewsGuard ha cercato il termine “Bucha”, la prima ricerca suggerita dalla barra di ricerca di TikTok era “Bucha fake”. Nel primo, secondo, quarto, nono, 12esimo e 14esimo risultato per quella ricerca si affermava falsamente che il massacro di civili nella città ucraina di Bucha fosse falso o fosse stato messo in scena, nonostante le numerose prove presentate da testate giornalistiche e gruppi per i diritti umani che hanno documentato le uccisioni. Il 12esimo risultato mostrava un video di soldati che armeggiano con un manichino. Il testo sullo schermo diceva: “Perché gli ucraini hanno bisogno di creare cadaveri falsi?”.

(In alto) Cercando “Bucha fake” su TikTok si ottengono affermazioni false e fuorvianti sul massacro di civili a Bucha, in Ucraina. Le testate giornalistiche e le organizzazioni per i diritti umani hanno riportato che la Russia era responsabile di queste uccisioni, mentre la Russia ha affermato che il massacro era una messa in scena o causato dall’esercito ucraino (Screenshot di NewsGuard)
(In basso) I primi risultati per “Bucha fake” su Google sono quasi esclusivamente fact-checking che smentiscono la narrativa secondo cui il massacro di Bucha era una messa in scena. (Screenshot di NewsGuard)

Bufale sulla sparatoria alla scuola di Uvalde

Gli utenti di TikTok interessati ad approfondire il tema della sparatoria di maggio alla Robb Elementary School di Uvalde, in Texas, che ha causato la morte di 19 bambini e due insegnanti, vengono esposti a teorie cospirazioniste che suggeriscono che la sparatoria non sia mai avvenuta. Per esempio, quando un analista di NewsGuard ha cercato il termine “Uvalde”, il primo risultato suggerito dalla barra di ricerca di TikTok era “Uvalde tx cospirazione”. Il primo risultato di quella ricerca era un video con la didascalia: “Era tutto pianificato. Non era necessario!”. 

Nel secondo risultato, che mostrava i filmati della telecamera di sicurezza fuori dalla scuola, si metteva in evidenza quello che il narratore descriveva come un “puntino che si muove attraverso le schermo”, facendo riferimento a quello che sembra essere un uccello. “Chi fugge dalla scena e in nero?” chiedeva il narratore. “È come un’apparizione. Voglio risposte”.

 

La risposta di TikTok

NewsGuard ha inviato varie domande a TikTok, tra cui domande generali su come funzioni la barra di ricerca di TikTok e domande su argomenti specifici, come il COVID-19 e il massacro di Bucha. Mentre TikTok ha fornito ufficialmente un commento generale, riportato sopra, su come i contenuti di disinformazione vengono gestiti, il portavoce non ha risposto direttamente a molte delle domande di NewsGuard, tra cui:

  • Chi decide come l’algoritmo del motore di ricerca di TikTok fornisce i risultati agli utenti?
    TikTok: nessuna risposta.
  • Il motore di ricerca di TikTok è personalizzato per impedire che presenti disinformazione agli utenti? Se sì, come?
    TikTok: nessuna risposta.
  • Abbiamo rilevato che vari termini, quando digitati all’interno della barra di ricerca, generano ricerche suggerite che incoraggiano gli utenti a trovare disinformazione. Per esempio, scrivendo “vaccino COVID” vengono suggerite le combinazioni “infortunio vaccino COVID”, “vaccino COVID esposto”, “vaccino COVID verità”, “vaccino COVID HIV”, “vaccino COVID reazione avversa”, “vaccino COVID avvertenze”, “vaccino COVID detox” e “vaccino COVID complicazioni serie”. Perché la funzione di ricerca di TikTok induce gli utenti a cercare contenuti che sono fuorvianti?
    TikTok: nessuna risposta.
  • NewsGuard ha contattato TikTok nel luglio 2022 a proposito di alcuni video che promuovono metodi pericolosi e inefficaci per indurre un aborto in casa con le erbe. TikTok aveva dichiarato a NewsGuard che quei video violavano le linee guida della community di TikTok e che sarebbero stati rimossi. Tuttavia, dalla nostra analisi risulta che molti video sulle tecniche di aborto con le erbe sono rimasti su TikTok. Vi chiederemmo un commento sul perché TikTok non ha rimosso questi video e sul motivo per cui non ha incluso un avvertimento di sicurezza.
    TikTok: nessuna risposta.
  • NewsGuard ha anche trovato vari video su altre tematiche che contenevano affermazioni false. Per esempio, molteplici video che suggeriscono che l’idrossiclorochina può essere fatta in casa si ottengono tra i primi risultati cercando la parola chiave “idrossiclorochina”. Vi chiederemmo un commento sul motivo per cui TikTok non ha rimosso questi video o incluso degli avvertimenti di sicurezza. Allo stesso modo, NewsGuard ha trovato molteplici video che suggeriscono che il massacro di civili a Bucha, in Ucraina, sia in realtà una messinscena. Potete fornirci un vostro commento sul motivo per cui TikTok non ha rimosso questi video, o incluso avvertimenti su contenuti non verificati o falsi?
    TikTok: nessuna risposta.

 

#TikTokTaughtMe

Recentemente, TikTok ha cercato di promuoversi come una piattaforma di apprendimento, dal momento che i dati mostrano un declino nell’utilizzo dei social media tra i giovani. A giugno, TikTok ha lanciato una campagna pubblicitaria con l’hashtag #TikTokTaughtMe (TikTok mi ha insegnato), affermando che “non ci sono limiti alle conoscenze che possono essere acquisite su TikTok”. 

 

Un nuovo mezzo per la disinformazione cinese? 

Al contrario di altre piattaforme social digitali, il proprietario di TikTok è un’entità cinese regolata dal Partito Comunista locale, che censura o sopprime ciò che ritiene essere contro gli interessi del partito al potere e incoraggia i contenuti che a suo avviso veicolano narrative utili al governo, tra cui la diffusione di informazioni false o controverse mirate agli abitanti di Paesi democratici. È impossibile conoscere tutte le categorie di contenuti che vengono soppresse o promosse per scopi propagandistici perché gli interventi che influenzano l’algoritmo di TikTok e le politiche di moderazione dei contenuti non vengono rivelati. 

 

Metodologia

Nel settembre 2022, quattro analisti di NewsGuard con sede negli Stati Uniti hanno effettuato 27 ricerche utilizzando i termini e le domande elencati qui sotto. Per assicurare che i risultati non venissero influenzati dalle attività precedenti dell’utente, gli analisti hanno eliminato e reinstallato TikTok e hanno creato nuovi profili per ogni ricerca. Gli analisti hanno effettuato le stesse ricerche su Google utilizzando un’estensione browser per la privacy. Gli analisti hanno registrato lo schermo o archiviato i video per ciascuna ricerca.

Termini di ricerca e numero di video (su un totale di 20) che contenevano informazioni chiaramente false o fuorvianti forniti come risultati di ricerca (prima in inglese e, di seguito, tradotti in italiano):

  • Is the abortion pill dangerous (3)
  • Is abortion dangerous (3)
  • Does mugwort induce abortion (13) 
  • Does abortion cause infertility (4) 
  • Is climate change real (1) 
  • Is global warming real (3) 
  • COVID vaccine truths (3)
  • mRNA vaccine (5) 
  • COVID vaccine injury (6) 
  • Hydroxychloroquine (5) 
  • Do booster shots work? (1) 
  • How did covid start? (1) 
  • Is covid a bioweapon? (4) 
  • 2022 election (2) 
  • 2022 midterm (1) 
  • Midterm election 2022 (1) 
  • 2020 election (2) 
  • January 6 (0)
  • Was the 2020 election stolen? (6) 
  • 2020 voter fraude (“2020 voter fraud” is blocked by TikTok) (7) 
  • January 6 FBI (8) 
  • January 6 truth (3) 
  • January 6 Antifa (3) 
  • Ukraine bioweapons (6) 
  • Ukraine Neonazi (4) 
  • Bucha fake (6) 
  • Uvalde tx conspiracy (4)

 

  • La pillola abortiva è pericolosa? (3)
  • L’aborto è pericoloso? (3)
  • L’artemisia induce l’aborto? (13) 
  • L’aborto causa infertilità? (4) 
  • Il cambiamento climatico è reale? (1) 
  • Il riscaldamento climatico è reale? (3) 
  • Vaccini COVID verità (3)
  • Vaccino a mRNA (5) 
  • Vaccino COVID danno (6) 
  • Idrossiclorochina (5) 
  • I vaccini di richiamo funzionano? (1) 
  • Come è iniziato il covid? (1) 
  • Il covid è un’arma biologica? (4) 
  • Elezioni 2022 (2) 
  • Midterm 2022 (1) 
  • Elezioni di midterm 2022 (1) 
  • Elezioni 2020 (2) 
  • 6 gennaio (0)
  • Le elezioni del 2020 sono state rubate? (6) 
  • 2020 fraude elettorale (“2020 voter fraud” è bloccato da TikTok) (7) 
  • 6 gennaio FBI (8) 
  • 6 gennaio verità (3) 
  • 6 gennaio Antifa (3) 
  • Ucraina armi biologiche (6) 
  • Ucraina neonazisti (4) 
  • Bucha fake (6) 
  • Uvalde tx cospirazione (4)