Super-diffusori in Europa

Monitoraggio della diffusione via Twitter della disinformazione sul COVID-19 in Europa

20 maggio 2020
A cura di Kendrick McDonald, Virginia Padovese, Chine Labbe e Marie Richter

Mentre il virus del COVID-19 si sta diffondendo in tutto il mondo, NewsGuard sta monitorando le principali bufale sulla pandemia che circolano in rete e le decine di siti che pubblicano informazioni false o fuorvianti sul virus.

Oggi aggiungiamo alle nostre analisi un nuovo studio incentrato non sui singoli siti o sulle singole notizie false, ma sugli account Twitter che pubblicano, condividono e amplificano la disinformazione sul COVID-19, in Italia, Francia e Germania.

La seguente analisi riguarda account Twitter con un numero elevato di follower – oltre 20.000 – che hanno condiviso link con informazioni false o fuorvianti da siti che NewsGuard ha valutato come ‘rossi’, ovvero generalmente inaffidabili, o che hanno condiviso altre informazioni false o fuorvianti sul COVID -19.

Risultati

In questa analisi abbiamo identificato 16 account Twitter che sono risultati essere dei “super-diffusori” di disinformazione relativa al COVID-19, per l’elevatissimo numero di follower che hanno. Questi account, nel loro insieme, raggiungono circa 616.600 follower, che possono a loro volta ulteriormente diffondere le informazioni false o fuorvianti tramite i propri account.

Ognuno degli esempi di disinformazione sul COVID-19 inserito da NewsGuard in questo studio, è stato pubblicato su Twitter dopo il 18 marzo, giorno in cui la piattaforma ha annunciato ulteriori sforzi per arginare il problema della disinformazione. Questi account – lo ricordiamo, ognuno con oltre 20.000 follower – hanno continuato a pubblicare su Twitter informazioni false o fuorvianti sulla pandemia anche dopo quella data. In due casi (uno in Francia e uno in Germania) si tratta di account verificati da Twitter. A molti utenti potrebbe sembrare che si tratti di account per i quali Twitter ha verificato i contentuti in modo più approfondito, invece significa semplicemente che l’identità del titolare dell’account è stata confermata. 

In molti casi questi account avevano diffuso disinformazione anche prima dello scoppio della pandemia, in relazione ad altri argomenti. Ad esempio, l’account Twitter del sito tedesco Compact-Magazin aveva pubblicato teorie del complotto sull’11 settembre; l’account Twitter del sito italiano ByoBlu.com aveva condiviso articoli sulla falsa connessione tra vaccini e autismo; e l’account Twitter del sito francese di estrema destra Egalite Et Reconciliation aveva pubblicato disinformazione sulla guerra civile in Siria. Tutti e tre questi siti erano stati valutati come inaffidabili da NewsGuard, quindi l’icona rossa di NewsGuard era già visibile per coloro che avevano l’esensione del browser nel momento in cui l’account ha postato queste informazioni false o fuorvianti sul Covid-19.

Twitter aveva in passato annunciato il suo impegno per proteggere gli utenti dai contenuti provenienti da siti che violano i suoi termini di servizio, come la pubblicazione di informazioni su false cure per il COVID-19. L’11 maggio, Twitter aveva inoltre annunciato che avrebbe aggiunto degli avvertimenti per gli utenti su alcuni tweet che diffondendo informazioni fuorvianti sul virus.

Questo impegno – che stando alle informazioni fornite nell’elenco seguente sembra non avere funzionato del tutto – potrebbe raggiungere grandi numeri, ma pare essere intrensicamente meno efficace rispetto al “pre-bunking” delle fonti di informazione. Il “pre-bunking”, che potrebbe avvisare in anticipo gli utenti sull’inaffidabilità di alcune fonti, ha permesso a NewsGuard di analizzare circa il 95% dei siti di notizie e informazioni i cui articoli vengono condivisi su Twitter nei paesi in cui opera.

Per avere un commento su questi account e sulla disinformazione che hanno diffuso, NewGuard ha contattato Twitter, ma Twitter non ha commentato.

Metodologia e analisi

Per essere considerati dei super-diffusori, gli account Twitter che abbiamo incluso nel nostro elenco dovevano soddisfare tre criteri:

  • Avere almeno 20.000 follower.
  • Avere pubblicato o condiviso contenuti falsi o fuorvianti sul virus: o una delle principali bufale sul COVID-19 che abbiamo precedentemente dimostrato essere tali o un’informazione che abbiamo confutato come falsa in una delle schede informative presenti nel nostro Centro di Monitoraggio della disinformazione relativa al Coronavirus.
  • Essere attivi almeno fino alla data di pubblicazione di questo studio, ovvero il 20 maggio 2020, non avendo Twitter intrapreso alcuna azione per rimuoverli prima di tale data.

I nostri analisti hanno determinato questo elenco tracciando gli account Twitter che hanno condiviso le notizie false pubblicate dai siti inseriti nel nostro centro di monitoraggio, e integrando questi dati con ulteriori studi e ricerche.

Ovviamente questo elenco è un lavoro in corso. Gli account elencati potrebbero non essere quelli che hanno pubblicato disinformazione sul COVID-19 più frequentemente o quelli con il maggior numero di follower. Inoltre, gli esempi che elenchiamo per ogni account non rappresentano necessariamente un elenco esaustivo di tutte le informazioni false o fuorvianti sul COVID-19 pubblicate da quell’account.

Se sei a conoscenza di altri account che soddisfano questi criteri, segnalaceli qui e il nostro team li prenderà in esame.

Scorri verso il basso per un elenco di alcuni degli esempi più eclatanti di “super-diffusori” di disinformazione fino ad ora individuati.


ITALIA

  • Numero di account: 5
  • Numero di post: 9
  • Numero complessivo di follower: 231.600

Alessandro Meluzzi – @a_meluzzi

70.900 follower

L’account Twitter di Alessandro Meluzzi, ex parlamentare di Forza Italia, che nella sua biografia si definisce “Medico Psichiatra, psicologo e psicoterapeuta, criminologo. Docente di Psichiatria forense. Primate della Chiesa Ortodossa Italiana Autocefala Antico-Orientale”.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

  • Tweet del 16 aprile con un link a un video del canale YouTube di Radio Radio Tv, contenente una parte dell’intervista allo scienziato statunitense Shiva Ayyadurai che, secondo quanto si legge nel tweet, spiega “tutto quello che stanno nascondendo sul Coronavirus”. Shiva ha affermato che alcune persone e istituzioni, tra cui Hillary Clinton, Mark Zuckerberg, la Gates Foundation e le Nazioni Unite, promuovono “la paura del Coronavirus”, che è stato “creato dal deep state”. Shiva sostiene inoltre che la soluzione alla pandemia di COVID-19 sia un rigoroso regime vitaminico di vitamina A, vitamina D, vitamina C e iodio. “La soluzione è stare al sole, se non puoi farlo, prendi un supplemento di vitamina D”, afferma Shiva. Lo scienziato definisce inoltre il direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases degli Stati Uniti Anthony Fauci, “l’artefice di questa situazione” e “il volto di Pharma”.
  • Tweet del 9 maggio con un link al documentario Plandemic, contenente un’intervista all’attivista no-vax Judy Mikovits, che riporta informazioni false sulla pandemia di coronavirus. Riferendosi a chi lavora per la realizzazione di un vaccino, Mikovitz ha affermato “E uccideranno milioni di persone, come hanno già fatto con i loro vaccini”.

Alla richiesta di un commento in relazione ai contenuti sopra elencati, la segreteria di Meluzzi ha risposto a NewsGuard in un’email: “il Prof. Meluzzi ha ritenuto interessante il contenuto in merito ai tweet in questione come tema di dibattito”.


Byoblu – @byoblu

70.500 follower

L’account Twitter del sito ByoBlu.com del blogger Claudio Messora. Il sito, considerato generalmente inaffidabile da NewGuard, ha pubblicato informazioni fuorvianti e non comprovate su temi legati alla salute.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

  • Tweet del 19 marzo con il link a una video intervista pubblicata da ByoBlu.com nella quale il ricercatore Stefano Montanari afferma: “Le persone sane non subiscono assolutamente nessun danno da questo virus” e “La mortalità da virus e bassissima, probabilmente addirittura inesistente”.
  • Tweet del 12 maggio con il link a un’altra video intervista pubblicata da ByoBlu.com nella quale il ricercatore Stefano Montanari afferma: “Il coronavirus è una bufala. Se fosse stato curato correttamente sarebbe passato inosservato”. Nella stessa intervista Montanari suggerisce inoltre di combattere il COVID-19 con Vitamina C per via endovenosa e ozono.

NewsGuard ha inviato un messaggio a ByoBlu.com tramite il form del sito, chiedendo un commento in relazione a questi tweet, ma non ha ricevuto risposta.


Patrizia Rametta – @PatriziaRametta

37.000 follower

L’account Twitter di Patrizia Rametta, coordinatrice regionale della Lega in Sicilia.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

  • Tweet del 10 maggio con un link a un video di YouTube. Nel tweet si legge: “Bill Gates ha il brevetto del Corona Virus già da prima della pandemia. QUALCUNO AVEVA DUBBI?comunque è un virus debolissimo, serve un vaccino per un virus  che puo’ essere ucciso a 18*?noi abbiamo vissuto un lockdown PERCHE? QUALCUNO SPIEGHI”.

Questo account Twitter non riceve messaggi e Patrizia Rametta non ha risposto a un messaggio inviato da NewsGuard alla sua pagina Facebook per avere un commento sui contenuti di questo tweet.


Cesare Sacchetti – @CesareSacchetti

29.200 follower

L’account Twitter del giornalista Cesare Sacchetti, autore del blog LaCrunaDellAgo.net.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

  • Tweet del 23 aprile con il link a un articolo di Sacchetti pubblicato sul suo blog LaCrunaDellAgo.net. Nel tweet si legge: “Le email hackerate da USA hackers confermerebbero fatti gravissimi. Il coronavirus sarebbe stato modificato in laboratorio con l’HIV per essere rilasciato intenzionalmente. Tutto questo per arrivare ad un obiettivo: il microchip di Bill Gates e Rockefeller”.
  • Tweet del 4 maggio con il link a un articolo pubblicato sul sito LaCrunaDellAgo.net. Nel tweet si legge: “A marzo 2019, l’UE parlava ufficialmente di pandemia. Avevano scelto di fare un vaccino per un virus che nemmeno c’era! Volevano anche il vaccino digitale di Bill Gates e Rockefeller. Dovevano portarci nel nuovo ordine mondiale. Lo hanno fatto con il Covid”.
  • Tweet del 5 maggio che afferma: “Bill Gates: ‘la cosa più urgente nel mondo ora è il vaccino contro il Covid-19’. I bambini africani che hanno ricevuto i vaccini di Bill Gates o sono morti o sono diventati epilettici. I vaccini di Bill Gates sono più pericolosi di qualsiasi coronavirus”.

Alla richiesta di un commento su questi contenuti, Cesare Sacchetti ha risposto a NewsGuard via Twitter: “Negli articoli pubblicati sul mio sito ci sono linkate le fonti che attestano quanto riportato lì. I tweet citati rimandano appunto a quegli articoli dove si riportano le notizie e i fatti con fonti allegate”. 

Spiegando il tweet del 23 aprile Sacchetti ha scritto: “Per la cronaca, anche un premio Nobel, Montagnier, e altri scienziati hanno sostenuto che il virus è stato fatto in laboratorio”.

A proposito del post del 4 maggio Sacchetti ha commentato: “Il vaccino digitale esiste ed è stato già somministrato in Texas. Non è chiaro cosa mi contestate nel secondo tweet”.

In merito al tweet del 5 maggio, nel quale ha affermato: “I bambini africani che hanno ricevuto i vaccini di Bill Gates o sono morti o sono diventati epilettici”, Sacchetti ha commentato: “Se vuole la fonte dei danni che hanno procurato i vaccini in Africa, le suggerisco questo studio”, aggiungendo il link a uno studio sugli effetti del vaccino antidifterite-tetano-pertosse (DTP) e del vaccino orale contro la poliomielite in una comunità del Guinea-Bissau nei primi anni ‘80.


Elio Lannutti – @ElioLannutti

24.000 follower

L’account Twitter del senatore del Movimento 5 Stelle Elio Lannutti.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

  • Tweet del 19 marzo con il link a un articolo pubblicato dal sito Debuglies.com. Il tweet promuove la falsa affermazione che la Vitamina C possa curare il COVID-19. Sul tweet infatti si legge: “Coronavirus COVID-19: la vitamina C per via endovenosa può aiutare a curare la polmonite e prevenire la replicazione virale”.

Lannutti non ha risposto all’email di NewsGuard che chiedeva un commento su questo tweet.


FRANCIA

  • Numero di account: 7
  • Numero di post: 12
  • Numero complessivo di follower: 251.800

Alain Soral Officiel @AlainSoralOffic

60.900 follower

L’account Twitter del saggista di estrema destra Alain Soral, condannato più volte per affermazioni antisemite e per aver negato l’olocausto. L’account, creato nel 2012, spesso condivide link ad articoli pubblicati da EgaliteEtReconciliation.fr, un sito anch’esso fondato da Soral, considerato inaffidabile da NewsGuard, che pubblica spesso informazioni false e teorie del complotto.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

Alain Soral non ha risposto al messaggio inviato da NewsGuard attraverso il form del sito EgaliteEtReconciliation.fr, per avere un commento sui tweet in questione.


TomLaRuffa, @TomLaRuffa

43.300 follower

L’account Twitter ufficiale del lottatore professionista francese Tom La Ruffa, che scrive tweet in francese e in italiano, condivide video di wrestling, e commenta notizie, tra cui i presunti danni causati dalla tecnologia 5G.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

  • Tweet del 6 maggio con un link a un estratto del video documentario Plandemic, che contiene affermazioni false sulla pandemia di coronavirus, come quella che sostiene che il virus sia stato manipolato e che i vaccini antinfluenzali abbiano aumentato le probabilità di contrarre il COVID-19. Nel tweet si legge anche il commento ironico “Ma ovviamente non esistono complotti. E le aziende mediche e farmaceutiche vogliono solo il nostro bene. E i media ci dicono sempre la verità”.

Alla richiesta di un commento su questo tweet, Tom La Ruffa ha dichiarato a NewsGuard in un messaggio Twitter: “Con questa recente crisi legata al Covid19, notiamo spesso che gli scienziati si stanno contraddicendo a vicenda. Anche l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) si è sbagliata negli ultimi mesi in molte delle sue analisi o previsioni, come quando all’inizio di questa pandemia, ha sottovalutato la sua gravità e ha persino ritardato la rivelazione di alcune informazioni alla comunità internazionale”. Quando è stato pubblicato questo tweet, “il video ‘Plandemic’ era ancora disponibile su YouTube e aveva già raggiunto circa 2 milioni di visualizzazioni” ha aggiunto La Ruffa, concludendo, “il mio share era quindi completamente giustificato”. (Nota della redazione: per leggere la risposta integrale di La Ruffa a NewsGuard, clicca qui).


Pierre Jovanovic @pierrejovanovic

39.000 follower

L’account Twitter dell’autore e blogger Pierre Jovanovic, che per lo più ritwitta notizie sul governo francese, e ha ritwittato articoli da siti che NewsGuard ritiene inaffidabili, tra cui EgaliteEtReconciliation.fr e TVLibertes.com.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

  • Tweet del 16 aprile che suggerisce che il cofondatore di Microsoft Bill Gates potrebbe essere “l’unico e solo manipolatore di questo virus” poiché “vuole meno persone sulla terra”. Il tweet include una foto di un numero della rivista George del 1997 con un’intervista a Gates e una citazione a lui falsamente attribuita in cui profetizza che un “pianeta sovrappopolato” sarebbe stato “portato all’estinzione da un virus che attacca i polmoni”. Un’analisi di Snopes ha dimostrato che Gates non ha mai detto quella frase.

Alla richiesta di un commento in relazione a questo post, Pierre Jovanovic ha inviato un’email a NewsGuard affermando, in inglese, che tale “precisione da parte del signor Gates” era “incredibile”. Ha poi aggiunto in francese: “Basta chiedere a George Magazine, perché l’intervista di Gates è lì… Se il giornalista ha scelto di evidenziare questa frase, è perché pensava che riflettesse bene le dichiarazioni di Gates”. Jovanovic ha inoltre chiesto se NewsGuard avesse qualche prova che Gates quando è stato pubblicato l’articolo, si fosse lamentato di questa citazione a lui attribuita, mettendo in discussione la legittimità dell’analisi di Snopes.


Egalite Et Reconciliation @EetR_National

33.000 follower

L’account Twitter del sito di estrema destra EgaliteEtReconciliation.fr, considerato inaffidabile da NewsGuard, che spesso pubblica informazioni false e teorie del complotto. Il suo fondatore, Alain Soral, è stato condannato più volte per affermazioni antisemite e per aver negato l’olocausto.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

Il fondatore del sito, Alain Soral, non ha risposto al messaggio inviato al form per contattare il sito EgaliteEtReconciliation.fr, inviato da NewsGuard per avere un commento sui tweet sopra menzionati.


L’info Libre @linfolibre

28.900 follower

Un account Twitter creato nel 2017 che dice di rivolgersi a “coloro che resistono alla globalizzazione infelice”. L’Info Libre significa “le notizie gratuite”, in lingua francese.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

  • Tweet del 27 aprile che sostiene erroneamente che il premio Nobel giapponese Honjo Tasuku abbia affermato di non credere che il coronavirus fosse un virus naturale. Secondo il dipartimento di fact-checking di Liberation, Tasuku non ha mai rilasciato queste dichiarazioni.

Questo account Twitter non può ricevere messaggi e L’info Libre non ha risposto a un messaggio via Facebook inviato da NewsGuard per avere un commento in relazione a questo tweet. NewsGuard ha anche inviato un’email all’indirizzo del sito LinfoLibre.com, che ha lo stesso logo dell’account Twitter, ma la mail non è stata consegnata.


LeLibrePenseur @LLP_Le_Vrai

23.600 follower

L’account Twitter del sito cospirazionista, considerato inaffidabile da NewsGuard, LeLibrePenseur.org (che significa “il libero pensatore” in francese) e dello YouTuber franco-algerino Salim Laibi, che si definisce “un dentista, un informatore, un editore e uno scrittore”. Questo account, creato nel 2011, ha condiviso disinformazione su altri argomenti, inclusi i vaccini.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

@LLP_Le_Vrai non ha risposto direttamente alla richiesta di un commento da parte di NewsGuard sui tweet sopra elencati. L’account ha invece fornito un link a un altro articolo di LeLibrePenseur.org, relativo a un’intervista di France 24 con il vicepresidente di Taiwan Chen Chien-jen, nella quale Chien-jen ha chiesto una “indagine scientifica” per determinare le origini del virus. In precedenza NewsGuard aveva chisto un commento sui post della pagina Facebook del sito e sulle sue pratiche editoriali, ma il sito non aveva voluto commentare.


MédecinIden†i†aire ن @Reveident

23.100 follower

L’account Twitter di un medico con sede a Poitiers, che nella sua biografia dice di “credere che tutti i popoli meritino la propria identità”. “Diluire = vero razzismo”, si legge nella biografia. L’account è stato creato nel 2013.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

In un messaggio Twitter a NewsGuard, @Reveident ha scritto: “Ciò che mi è sembrato ovvio sin dall’inizio della pandemia era questa improbabilità di una mutazione spontanea di un virus il cui epicentro era una città che, sorpresa sorpresa, è sede di un laboratorio di ricerca sui virus di fama mondiale. Personalmente penso che ci sia stata una fuoriuscita accidentale dal laboratorio. Trovo sempre utile non trascurare alcun indizio e leggere opinioni diverse dalle mie… Ricordatevi che le notizie false di oggi potrebbero essere le notizie vere di domani”.


GERMANIA

  • Numero di account: 4
  • Numero di post: 5
  • Numero complessivo di follower: 133.200

RT Deutsch

48.400 follower

L’account Twitter verificato, associato al sito RT Germania, considerato inaffidabile da NewsGuard. Si tratta di un sito di propaganda del governo russo, precedentemente noto come Russia Today. L’account è stato creato nel giugno 2014.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

Alla richiesta di un commento in relazione a questo tweet, un portavoce di RT Germania, Sebastian Range, ha comunicato a NewsGuard in un’email: “Come hai giustamente sottolineato, questa è un’intervista. Questa affermazione è l’opinione personale del signor König (‘secondo me’) e non quella della nostra rete. Tale distinzione dovrebbe essere ovvia da un punto di vista giornalistico”.


KenFM.de

36.100 follower

L’account Twitter associato al sito KenFM.de, gestito dall’attivista tedesco ed ex giornalista della RBB Ken Jebsen. L’account è stato creato nel marzo 2014.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

  • Tweet del 4 maggio con il link a un articolo di KenFM.de che include una dichiarazione video di Jebsen. Il video contiene numerose affermazioni false o fuorvianti sul coronavirus e speculazioni complottistiche sulla Bill e Melinda Gates Foundation, incluso il fatto che la coppia avesse “comprato” l’OMS “perché la Bill e Melinda Gates Foundation forniscono oltre l’80% del finanziamento all’Organizzazione mondiale della sanità”. Secondo un report di Correctiv la Gates Foundation fornisce l’11,41% dei finanziamenti dell’OMS. Inoltre, nel video si afferma falsamente che la cancelliera tedesca Angela Merkel stia pianificando di implementare la “vaccinazione [al coronavirus] obbligatoria, attraverso la porta di servizio” e che il virus sia “un’influenza relativamente innocua”. Correctiv ha dimostrato che entrambe le affermazioni sono false.

NewsGuard ha inviato un’email a KenFM.de in cerca di commenti sulle false affermazioni sul COVID-19 sopra citate, ma non ha ricevuto risposta.


COMPACT-Magazin

27.900 follower

L’account Twitter associato al sito Compact, una rivista mensile tedesca che promuove le opinioni del partito di destra AfD e pubblica disinformazione russa. Il sito è considerato inaffidabile da NewsGuard. Creato nel marzo del 2014, l’account pubblica principalmente gli articoli di Compact-Online.de.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

  • Tweet del 20 aprile con un link a Compact-Online, che sostiene falsamente che il nuovo coronavirus sia stato creato in un laboratorio statunitense come bioarma.

NewsGuard ha inviato un’email a Compact-Online in cerca di commenti in relazione alla falsa affermazione sul COVID-19 contenuta in questo tweet, ma non ha ricevuto risposta.


RalfTHeuer

20.800 follower

Un account pro-Russia e pro-Trump che spesso condivide articoli, video e foto su teorie del complotto, tra cui QAnon e “Obamagate”, una teoria del complotto relativa a non specificati illeciti messi in atto dall’amministrazione Obama. L’account è stato creato nell’aprile 2014.

Esempi di contenuti falsi o fuorvianti sul COVID-19:

  • Tweet del 13 maggio con un link a Watergate.tv, sito di destra che ha pubblicato teorie del complotto, contenente la falsa affermazione che il nuovo coronavirus è “innocuo come la stagionale influenza”, oltre alla speculazione che Bill Gates stia progettando di implementare vaccini obbligatori mortali contro il coronavirus.
  • Tweet dell’8 maggio con un link a un estratto del video documentario Plandemic, che contiene affermazioni false sulla pandemia di coronavirus. L’estratto video è stato rimosso da YouTube.

NewsGuard non è riuscito a confermare l’identità del proprietario di questo account e non ha potuto richiedere un commento sui contenuti di questi tweet, poiché l’account non accetta messaggi diretti.